Ora la 24enne parla di nuovo: “” La mia famiglia è in pericolo mortale e il mondo sta guardando “”

Ora la 24enne parla di nuovo: “” La mia famiglia è in pericolo mortale e il mondo sta guardando “”

Ora la 24enne parla di nuovo: “” La mia famiglia è in pericolo mortale e il mondo sta guardando “”

Aveva filmato la sua fuga dalla Siria a Vienna, il video è diventato virale. Ora la 24enne parla di nuovo: “” La mia famiglia è in pericolo mortale e il mondo sta guardando “”

La giovane donna è vestita di nero. Camicetta nera, giacca nera, kohl nero intorno agli occhi scuri. Sembra più matura di due anni fa. Quando News ha incontrato per la prima volta Rania Ali, ha raccontato della sua fuga dalla Siria, che ha filmato. Il quotidiano britannico “” Guardian “” ha pubblicato il video sulla sua pagina Facebook. Ad oggi, 1.026.028 persone hanno cliccato su di esso. Rania Ali ha ora 24 anni, ha una borsa di studio presso la Webster University di Vienna e ha paura che la sua famiglia morirà nei prossimi giorni.

Hanno sentito le bombe esplodere

Il padre, 59 anni, ex insegnante di biologia, ha vissuto con i quattro fratelli di Rania in un piccolo vecchio edificio a Kobane, la città di confine siriana con la Turchia, fino a pochi giorni fa. Il quartiere è stato bombardato dall’attacco dell’IS nel 2015 e non ci sono né scuola né lavoro. Ma l’elettricità funziona principalmente. Il 59enne può acquistare cibo e acqua potabile nei mercati. Rania Ali trasferisce 400 euro al mese alla sua famiglia. Per la manutenzione, per l’affitto. Anche in una zona di guerra, la vita costa denaro. Tutto è cambiato dal mercoledì precedente allo scorso. Viene bombardato di nuovo.

© Ricardo Herrgott / Notizie

Lo zio di Rania Ali ha visto i soldati ancor prima che la notizia fosse diffusa: le truppe di terra turche si erano posizionate con i loro carri armati al confine con la Siria. Alle 15:10 ora austriaca, Erdoğan ha annunciato su Twitter che la Turchia aveva iniziato la sua operazione militare contro la milizia curda YPG. Poco dopo, il padre di Ali ha sentito le bombe esplodere con i suoi figli. Scure nuvole di fumo si levarono sopra Kobane. Sembrava non esserci via d’uscita dalla città. I caccia F-16 dell’aeronautica turca hanno effettuato attacchi. Colpi di mortaio. Le ambulanze sfrecciavano per le strade in rovina. La famiglia era spaventata a morte.

Non esiste una via d’uscita sicura

Rania Ali è seduta nella sua stanza condivisa e sta impazzendo. Continua a comporre il numero di cellulare di suo padre. Legge le notizie, guarda Twitter e non sa se la sua famiglia è ancora viva. La connessione telefonica viene interrotta 44 volte, la 45a volta che sente la voce di suo padre. “” Rania, siamo vivi “, dice. La connessione è pessima, dopo tre minuti è morta, ma è sufficiente per descrivere la fuga a Rania Ali. È sufficiente che possa parlare con la sorella ventenne e scoprire dove si trova ora la famiglia.

Domenica mattina sono andati alla periferia di Kobane. Non avevano cibo né vestiti con loro.slim4vit Lo zio stava aspettando in macchina. L’ha portata fuori. Il viaggio è durato 20 minuti. Poi hanno raggiunto il villaggio. Rania Ali lo mostra su Google Maps. Ci sono sette case lì. Non di più. “” Tutte le persone di Kobane stanno fuggendo in campagna perché lì è ancora al sicuro “, dice Rania Ali. Ma la domanda è: quanto tempo ancora?

La famiglia curda non sa dove andare. Non esiste un modo sicuro per un’altra città. Rania Ali dice che suo padre non può fuggire nelle regioni del regime di Assad. In precedenza era stato minacciato da questo perché Rania Ali era fuggita a Vienna e aveva reso tutto pubblico. Né va ai turchi, stanno combattendo i curdi. Inoltre, i primi combattenti dell’IS sono riusciti a liberarsi. La paura che invadano i villaggi è grande. E ora arriva l’inverno. Sta diventando più freddo in Siria.

Il corpo di Rania Ali trema. I tuoi occhi si riempiono di lacrime. È disperata. Per due anni ha cercato di portare la sua famiglia a Vienna. Senza successo. Adesso sta accusando: “” La mia famiglia è in pericolo mortale e il mondo sta guardando “”.

Leggi le notizie per 1 mese ora gratuitamente! * * Il test termina automaticamente. Altro su questo ▶Vinci veri auricolari wireless da JBL ora! (E-media.at) Nuovo accesso (yachtrevue.at) 8 motivi per cui è fantastico essere single (lustaufsleben.at) Hamburger di gamberi al salmone con maionese al wasabi e cetriolo al miele (gusto .at) Nella nuova tendenza: Shock-Down – per quanto tempo l’economia resisterà ai blocchi? (trend.at) Le 35 migliori serie per famiglie per ridere e sentirsi bene (tv-media.at) E-scooter a Vienna: tutti i fornitori e Prezzi 2020 a confronto (autorevue.at)

Due anni fa Rania Ali è diventata famosa in tutta Europa. Aveva filmato la sua fuga dalla Siria a Vienna, il video è diventato virale. Ora la 24enne parla di nuovo: “” La mia famiglia è in pericolo mortale e il mondo sta guardando “”

La giovane donna è vestita di nero. Camicetta nera, giacca nera, kohl nero intorno agli occhi scuri. Sembra più matura di due anni fa. Quando News ha incontrato per la prima volta Rania Ali, ha raccontato della sua fuga dalla Siria, che ha filmato. Il quotidiano britannico “” Guardian “” ha pubblicato il video sulla sua pagina Facebook. Ad oggi, 1.026.028 persone hanno cliccato su di esso. Rania Ali ha ora 24 anni, ha una borsa di studio presso la Webster University di Vienna e ha paura che la sua famiglia morirà nei prossimi giorni.

Hanno sentito le bombe esplodere

Il padre, 59 anni, ex insegnante di biologia, ha vissuto con i quattro fratelli di Rania in un piccolo vecchio edificio a Kobane, la città di confine siriana con la Turchia, fino a pochi giorni fa. Il quartiere è stato bombardato dall’attacco dell’IS nel 2015 e non ci sono né scuola né lavoro. Ma l’elettricità funziona principalmente. Il 59enne può acquistare cibo e acqua potabile nei mercati. Rania Ali trasferisce 400 euro al mese alla sua famiglia. Per la manutenzione, per l’affitto. Anche in una zona di guerra, la vita costa denaro. Tutto è cambiato dal mercoledì precedente allo scorso. Viene bombardato di nuovo.

© Ricardo Herrgott / Notizie

Lo zio di Rania Ali ha visto i soldati ancor prima che la notizia fosse diffusa: le truppe di terra turche si erano posizionate con i loro carri armati al confine con la Siria. Alle 15:10 ora austriaca, Erdoğan ha annunciato su Twitter che la Turchia aveva iniziato la sua operazione militare contro la milizia curda YPG. Poco dopo, il padre di Ali ha sentito le bombe esplodere con i suoi figli. Scure nuvole di fumo si levarono sopra Kobane. Sembrava non esserci via d’uscita dalla città. I caccia F-16 dell’aeronautica turca hanno effettuato attacchi. Colpi di mortaio. Le ambulanze sfrecciavano per le strade in rovina. La famiglia era spaventata a morte.

Non esiste una via d’uscita sicura

Rania Ali è seduta nella sua stanza condivisa e sta impazzendo. Continua a comporre il numero di cellulare di suo padre. Legge le notizie, guarda Twitter e non sa se la sua famiglia è ancora viva. La connessione telefonica viene interrotta 44 volte, la 45a volta che sente la voce di suo padre. “” Rania, siamo vivi “, dice. La connessione è pessima, dopo tre minuti è morta, ma è sufficiente per descrivere la fuga a Rania Ali. È sufficiente che possa parlare con la sorella ventenne e scoprire dove si trova ora la famiglia.

Domenica mattina sono andati alla periferia di Kobane. Non avevano cibo né vestiti con loro. Lo zio stava aspettando in macchina. L’ha portata fuori. Il viaggio è durato 20 minuti. Poi hanno raggiunto il villaggio. Rania Ali lo mostra su Google Maps. Ci sono sette case lì. Non di più. “” Tutte le persone di Kobane stanno fuggendo in campagna perché lì è ancora al sicuro “, dice Rania Ali. Ma la domanda è: quanto tempo ancora?

La famiglia curda non sa dove andare. Non esiste un modo sicuro per un’altra città. Rania Ali dice che suo padre non può fuggire nelle regioni del regime di Assad. In precedenza era stato minacciato da questo perché Rania Ali era fuggita a Vienna e aveva reso tutto pubblico. Né va ai turchi, stanno combattendo i curdi. Inoltre, i primi combattenti dell’IS sono riusciti a liberarsi. La paura che invadano i villaggi è grande. E ora arriva l’inverno. Sta diventando più freddo in Siria.

Il corpo di Rania Ali trema. I tuoi occhi si riempiono di lacrime. È disperata. Per due anni ha cercato di portare la sua famiglia a Vienna. Senza successo. Adesso sta accusando: “” La mia famiglia è in pericolo mortale e il mondo sta guardando “”.

Leggi le notizie per 1 mese ora gratuitamente! * * Il test termina automaticamente. Altro su questo ▶Vinci veri auricolari wireless da JBL ora! (E-media.at) Nuovo accesso (yachtrevue.at) 8 motivi per cui è fantastico essere single (lustaufsleben.at) Hamburger di gamberi al salmone con maionese al wasabi e cetriolo al miele (gusto .at) Nella nuova tendenza: Shock-Down – per quanto tempo l’economia resisterà ai blocchi? (trend.at) Le 35 migliori serie per famiglie per ridere e sentirsi bene (tv-media.at) E-scooter a Vienna: tutti i fornitori e Prezzi 2020 a confronto (autorevue.at)

A 1.700 metri, la stazione sciistica di Oberlech attrae con molti extra: neve garantita, il più grande comprensorio sciistico collegato in Austria e fantastiche piste di neve profonda. Un gioiello alberghiero orientato alla sostenibilità è anche uno degli extra certi.

“” La cosa migliore da fare è stare seduti a lungo in piscina. Questo ti dà forza “” consiglia la direttrice dell’hotel Daniela Pfefferkorn con un sorriso ed enfaticamente. Nel loro rifugio speciale, l’acqua cristallina scorre attraverso i tubi. Filtri speciali assicurano – u. un. con pietre preziose – per il fatto che l’acqua dell’Hotel Goldener Berg dona vitalità non solo quando si beve, ma anche quando si nuota. Pfefferkorn, che è cresciuta nell’hotel che ora gestisce, sa di cosa sta parlando quando descrive la sua casa a Oberlech come un luogo di forza. “In passato, le persone costruivano in modo intuitivo nei posti migliori, oggi puoi misurarlo”, dice. Un 10.000 Bovis superiore alla media – questa è l’unità di misura delle vibrazioni sottili – che ottieni in casa tua. Nel cuore dell’idilliaca stazione sciistica di Oberlech a 1.700 metri sul livello del mare, l’appassionata atleta Pfefferkorn conosce ogni albero e ogni pendenza della sua infanzia.

Lusso senza auto

Se la incontri al mattino quando lasci l’hotel, avrà sicuramente i migliori consigli per il divertimento sugli sci. Puoi allacciarti la cintura ovunque a Oberlech proprio di fronte a casa. Il lusso ski-in-ski-out qui è standard, così come la tranquillità senza auto e l’aria fresca di montagna: grazie all’esclusivo sistema di tunnel, la località di montagna da favola è risparmiata dal traffico, dal rumore e dai gas di scarico in inverno. Per tutti coloro che comunque non si spostano comodamente in treno, le auto sono in attesa nel garage di fronte alla stazione degli impianti di risalita durante la loro vacanza in Oberlech. Tutte le altre avventure nel più grande comprensorio sciistico collegato dell’Austria, Ski Arlberg, con 305 chilometri di piste, si svolgono al meglio su due o una tavola. Ci sono anche piste per principianti, ma qui gli sciatori particolarmente esperti troveranno il loro valore.

Itinerari sciistici leggendari

I principianti dell’Oberlech sono appassionati della leggendaria discesa “” The White Ring “”: le piste da facili a moderatamente difficili coprono 22 km di piste e offrono un perfetto giro turistico nella zona dei sogni – comprese le piattaforme panoramiche sul Rüfikopf e Madloch. Chi vuole competere per il record del percorso della corsa storicamente più lunga del mondo deve competere contro il miglior tempo di Patrick Ortlieb, che ha completato il “White Ring” in 44:35:07 minuti. Nel 2020 la gara annuale si svolgerà il 18 gennaio. Gli intenditori completano il percorso in mezza giornata.

I coraggiosi tra i professionisti dello sci sfidano ancora la loro resilienza sul “” treno lungo “”. Con una pendenza fino all’80 percento, la pista da sci è la pista più ripida del mondo. Anche i veterani possono bagnarsi le mani qui, dice l’addetto all’ascensore. Si consiglia una visita all’Info Point, che fornisce informazioni sui pericoli e le sfide del percorso. Chi vuole andare ancora più in alto può esplorare le montagne in elicottero. Il divertimento sulla neve profonda è incomparabile su un totale di 200 km di piste d’alta quota. Guide esperte di sci accompagnano le escursioni nel terreno.

L’attrezzatura sportiva preferita è anche lo slittino o le ciaspole: l’escursione con le ciaspole è altrettanto attraente quanto la frenetica pista per slittini. E poi una meritata fonduta di formaggio?

Daniela Pfefferkorn, che lavora come specialista energetica accanto alla sua attività alberghiera, lo vede in ogni caso: “” Hai passato una buona giornata! “

Stile di vita boho sostenibile

© Hotel Goldener Berg

Stile di vita boho colorato con tanto vetro per una visione chiara della natura e legno chiaro per l’anima. Ecco come si può descrivere brevemente l’hotel “” Goldener Berg “” dopo la sua ristrutturazione. Uno sguardo dettagliato rivela soprattutto l’attenzione per uno stile di vita sostenibile e favorevole alla salute: le misure vanno dall’acqua carica cristallina alle stanze che sono state liberate dalla radiazione terrestre e dall’elettrosmog alla rete a doghe di pino cembro in tutti i letti.

© Guenter Standl

Piacere sano. In un totale di quattro ristoranti con due cappelli – la guida gourmet Gault Millau ha premiato con 15 punti su 20 – gli ospiti possono scegliere tra diverse diete, trattamenti disintossicanti e concetti di salute. Il focus della cucina è sui piatti a base di prodotti regionali che il corpo può facilmente convertire in energia. La cantina squisitamente fornita è una delle particolarità della casa, che gli ospiti amano lodare. Il club per bambini è un luogo di incontro per i piccoli ospiti. Due piscine invitano al relax, tra cui l’idromassaggio esterno riscaldato, i trattamenti termali, le saune, il bagno turco e il tepidarium.

Questo post è originariamente apparso su News 42/2019.

Leggi le notizie per 1 mese ora gratuitamente! * * Il test termina automaticamente. Altro su questo ▶Vinci veri auricolari wireless da JBL ora! (E-media.at) Nuovo accesso (yachtrevue.at) 8 motivi per cui è fantastico essere single (lustaufsleben.at) Hamburger di gamberi al salmone con maionese al wasabi e cetriolo al miele (gusto .at) Nella nuova tendenza: Shock-Down – per quanto tempo l’economia resisterà ai blocchi? (trend.at) Le 35 migliori serie per famiglie per ridere e sentirsi bene (tv-media.at) E-scooter a Vienna: tutti i fornitori e Prezzi 2020 a confronto (autorevue.at)

A 1.700 metri, la stazione sciistica di Oberlech attrae con molti extra: neve garantita, il più grande comprensorio sciistico collegato in Austria e fantastiche piste di neve profonda. Un gioiello alberghiero orientato alla sostenibilità è anche uno degli extra certi.

“” La cosa migliore da fare è stare seduti a lungo in piscina. Questo ti dà forza “” consiglia la direttrice dell’hotel Daniela Pfefferkorn con un sorriso ed enfaticamente. Nel loro rifugio speciale, l’acqua cristallina scorre attraverso i tubi. Filtri speciali assicurano – u. un. con pietre preziose – per il fatto che l’acqua dell’Hotel Goldener Berg dona vitalità non solo quando si beve, ma anche quando si nuota. Pfefferkorn, che è cresciuta nell’hotel che ora gestisce, sa di cosa sta parlando quando descrive la sua casa a Oberlech come un luogo di forza. “In passato, le persone costruivano in modo intuitivo nei posti migliori, oggi puoi misurarlo”, dice.

Share this post